skip to Main Content
392 9775087 / 0773 662602Via Montenero 38, Latina, LT

Diabete e parodontite sono malattie infiammatorie croniche molto spesso correlate tra loro.

È dimostrato, infatti, che chi soffre di diabete ha un rischio tre volte superiore di ammalarsi di gengivite e parodontite rispetto ad un soggetto non diabetico. Viceversa, chi soffre di parodontite ha una tendenza superiore agli altri a sviluppare il diabete.

Diabete e parodontite: quale legame?

La correlazione tra diabete e parodontite è bidirezionale.

Il paziente diabetico ha nella saliva una quantità di glucosio superiore rispetto ad un soggetto non diabetico; è proprio l’eccesso di glucosio a favorire l’aumento dei batteri nel cavo orale e, quindi, di disturbi gengivali e carie sui denti. In presenza di parodontite, invece, i batteri del cavo orale, attraverso la circolazione sanguigna, raggiungono gli organi del nostro corpo, innescando infiammazioni a livello sistemico e concorrendo, in alcuni casi, allo sviluppo del diabete stesso.

Cosa puo’ fare il dentista?

Identificare i pazienti a rischio di diabete è il primo passo per prevenire lo sviluppo della parodontite. Una diagnosi tempestiva ed un’adeguata cura della malattia parodontale, a loro volta, riducono significativamente le complicanze del diabete.

Il parodontologo, attraverso la visita di controllo periodica ed il colloquio con il paziente, può rilevare segni e sintomi di sospetto diabete, consigliare esami del sangue specifici ed una visita diabetologica.

Back To Top