skip to Main Content
392 9775087 / 0773 662602Via Montenero 38, Latina, LT

Può una protesi scorretta arrecare un danno alla gengiva e all’ osso intorno al dente?

Certamente si.

Nonostante questo concetto sia chiaro da molti anni, ancora oggi moltissime persone vengono da noi per i problemi derivanti da protesi scorrette.

Si tratta di manufatti creati ancora con i metodi artigianali di molti anni fa quando, però,si usava l’oro, le cui caratteristiche di biocompatibilità erano molto diverse da quelle di molti metalli che vengono usati oggi.

Intorno a queste protesi realizzate in metallo ( nichel- cromo- cobalto) si nota frequentemente che il colore della gengiva da rosa diventa rossa e progressivamente si distacca dal dente, si tratta dei segni dell’infiammazione della gengiva ( gengivite ) che sono l’anticamera alla perdita dell’osso e del dente (parodontite).

Altro fattore chiave è la tecnologia.

Oggi l’impronta digitale (al posto dell’impronta con la pasta) che si esegue con uno scanner 3d ed i sistemi digitali di disegno e progettazione simili a quelli usati in ingegneria ed architettura, permettono di raggiungere una precisione infinitesimale, impensabile per chi si avvale ancora dei metodi di una volta.

Questo notevole passo in avanti nella qualità con cui possono essere create ed applicate le protesi dentarie e tutti i benefici che ne conseguono per i denti e e le gengive, ci ha indotto nel 2012 ad inserire i protocolli digitali nei nostri trattamenti.

I risultati sono sorprendenti.

Vi riportiamo l’esempio di Morena che aveva notato un cambiamento della gengiva intorno all’incisivo centrale.

L’aspetto del dente aveva compromesso il suo sorriso e la corona in metallo ceramica stava arrecando un danno evidente all’osso e alla gengiva che si stava ritirando.

Il trattamento parodontale e l’applicazione di una nuova corona eseguita con tecnica digitale cad/cam ci ha permesso di risanare la salute della gengiva ed il sorriso di Morena.

 

Back To Top